fcc

CKV (CERTIFIED KENNEL VOLUNTEER) Volontario di canile certificato

 

PASSIONE, QUALITA’ E CERTIFICAZIONE

CKV (CERTIFIED KENNEL VOLUNTEER) Volontario di canile certificato

Il nuovo schema di certificazione proprietario di FCC è rivolto a quelle persone che operano come volontari di canile o che desiderano poter accedere ai canili comunali come volontari attraverso un percorso formativo.

I percorsi formativi qualificati e sotto audit del processo formativo con FCC saranno abilitanti alla certificazione da CKV

LA FORMAZIONE:

 l corsi per Volontari di Canile sono dedicati alle persone che vogliono svolgere volontariato in rifugi, canili e parchi canile e che desiderano ampliare le loro conoscenze nel settore cinofilo con lo scopo di aumentare il livello di benessere e la qualità di vita dei cani e di aumentare le possibilità di adozione dei soggetti ospitati in queste strutture.

L’obiettivo del canile è quello di tutelare l’animale e di reinserirlo nella società attraverso adozioni ben mirate e consapevoli.

Questo può essere realizzato partendo soprattutto dalla formazione delle persone che operano all’interno dei rifugi, canili o parchi canile.

OBIETTIVO DELLA FORMAZIONE:

L’ Obiettivo dell’intervento di formazione per il volontario che opera in queste strutture deve perseguire le seguenti finalità:

  • migliorare il benessere degli animali ospitati rispettandone le caratteristiche specie-specifiche.
  • lavorare sulla riduzione di permanenza dei cani nei canili
  • fare cultura a 360° in ambito zooatropologico per favorire adozioni responsabili, evitare il rientro dei cani nei canili e prevenirne l’abbandono.
  • prevenire patologie comportamentali dei cani, vigilare sulle situazioni problematiche, recuperare i soggetti problematici a cura delle figure professionali competenti.

SITUAZIONE IN ITALIA:

In Italia vi è una scarsità di dati ufficiali completi che permettano un’analisi dettagliata della situazione numerica dei cani ospiti di canili comunali, rifugi e parchi canili.

Sono comunque più di 114.866 i cani detenuti nei canili rifugio con un aumento costante ogni anno.

Il Mezzogiorno si conferma zona critica per numero e gestione di cani sul territorio.

Al Sud si registra il 44% dei canili, il 37% al Nord e il 19% al Centro.

 

L’IMPORTANZA DEI VOLONTARI IN CANILE

Con i numeri sopra indicati è facile capire che il supporto di persone che svolgono attività di volontariato all’interno dei canili costituisce una importante risorsa per la struttura.

I volontari di canile possono far uscire i cani indicati dalla struttura dai box per passeggiate e sgambamento, possono supportare le adozioni e fare controlli pre e post affido.

Possono essere un supporto per segnalazioni di problematiche sanitarie e comportamentali che verranno poi gestite dal personale competente della struttura.

 

PUNTI CRITICI SUL VOLONTARIATO

Sarebbe buona prassi per le persone che svolgono volontariato di sottoporsi a formazione e aggiornamento professionale così come conoscere normative e regolamenti comunali e regionali e della struttura per operare in modo congruo, limitando danni e possibili incidenti.

Per operare con queste caratteristiche non è sufficiente la buona volontà, l’amore e la disponibilità di tempo ma è necessario sviluppare conoscenze, competenze e abilità che consentano un’operatività adeguata alla situazione.

Formare i volontari di canile e sottoporli a certificazione darebbe la possibilità di raggiungere i requisiti della certificazione e poterli mantenere nel tempo.

L’UTILITA’ DEL VOLONTARIATO CERTIFICATO

Portare all’attenzione dei comuni la certificazione da CKV permette agli stessi comuni di avere dei propri volontari certificati che una volta iscritti all’associazione di volontariato da loro individuata avrebbero la possibilità di operare all’interno delle strutture comunali in modo professionale, diligente e con delle solide basi formative per tutelare le necessità specie-specifiche e il benessere degli animali ospiti della struttura.

 

About the author

Giammarco Tamburrini

Giammarco Tamburrini

Add Comment

Click here to post a comment

EnglishItalian