Materiale di riferimento per l’esame

In accordo con il CWA16979, gli argomenti oggetto d’esame saranno i seguenti:

COMPETENZE NELLA FORMAZIONE

  • Competenze nel campo della comunicazione: tecniche della comunicazione,abilità di gestire i diversi strumenti usati nel percorso formativo cinofilo, proprietà di linguaggio, capacità di destare interesse e suscitare attenzione
  • Microprogettazione dell’attività didattica e organizzazione del percorso formativo cinofilo
  • Valutazione ex ante, in itinere, ex post del raggiungimento degli obiettivi
  • Capacità di realizzazione del materiale didattico e di supporto al percorso sia in aula che sul campo addestrativo
  • Competenza nelle metodologie di lavoro specifiche degli interventi pratici previsti nel percorso formativo cinofilo
  • Tecniche per la gestione efficace dell’aula e del campo addestrativo
  • Capacità di lavorare in gruppo ed in collaborazione con altri Formatori per progettare percorsi formativi cinofili

CONOSCENZE E ABILITA’

Conoscenza di base dei seguenti argomenti:

  • Metodologia, tecniche e strumenti del processo di formazione cinofila
  • Metodi di valutazione delle conoscenze e delle abilità dei discenti (ambito cinofilo)
  • Tecniche della comunicazione (p.es. comunicazione verbale e non verbale)
  • Elementi di psicologia comportamentale finalizzati alla valutazione delle reazioni dei discenti durante il percorso formativo
  • Metodologia, tecniche e strumenti della didattica cinofila, compreso e-learning
  • Norme UNICEI EN ISO/IEC 17021/17024/17011 e UNI EN ISO 29990, CEN/WS – CWA 16520:2012
  • Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio del 23 aprile ’08 (EQF)
  • Legge n.120/2011 in materia di pari opportunità (linee guida)

Tutti i riferimenti a leggi, norme e documenti richiamati nella presente scheda si intendono nella loro edizione vigente.

 

CONOSCENZE APPROFONDITE DEI SEGUENTI ARGOMENTI:

  • Normative e Regolamenti tecnici dei diversi settori e discipline cinofile
  • Ruoli e responsabilità dei diversi addetti ai lavori
  • Procedure e/o istruzioni di lavoro, documentazione specifica, nonché conoscenza dei dispositivi di protezione individuale specifici per settore della cinofila (sportivo, educativo, sociale, comportamentale)
  • Conoscenza della legge n.81/2008 e successive modifiche in materia di sicurezza sul lavoro in ambito cinofilo
  • Conoscenza della legge n.4/2013
  • Conoscenza del D.Lgs. n.13/2013
  • Dinamiche dei gruppi e tecniche di conduzione dei piccoli gruppi con descrizione dei compiti delle diverse figure e relative responsabilità
  • Microprogettazione formativa cinofila

FORMAZIONE SPECIFICA

  • Le origini del cane : teorie sulla domesticazione
  • Fisiologia: il sistema nervoso centrale e periferico, i 5 sensi nel cane, capacità percettivo-sensoriale nei cani
  • Studio morfo-funzionale nel cane, il movimento
  • Conoscenze tecniche delle modalità di apprendimento animale
  • Etogramma di specie e profili attitudinali delle diverse razze
  • Sviluppo comportamentale del cane con particolare riferimento al periodo sensibile e all’imprinting
  • Allevamento e selezione, rilievi genetici
  • Aspetti di sanità animale: la prevenzione (profilassi vaccinale/parassitaria), le zoonosi, nozioni di pronto soccorso (emorragie, colpo di calore, sindromi d’avvelenamento, traumatologia, dilatazione gastrica, intossicazioni alimentari)
  • Metodiche di addestramento specifico/tecniche cinofile divise per qualifiche (istruttori, educatori e addestratori, operatore socio-assistenziale)
  • Alimentazione
  • Cenni di medicina sportiva
  • Cenni su comportamento sociale del cane: lavorare sul ruolo e lo status sociale del cane
  • Introduzione alle scienze cognitive animali: verso una teoria della mente
  • Canali comunicativi: dai segnali calmanti agli esercizi di base
  • Lavorare con le emozioni: l’arousal
  • Lo stress nel cane
  • Il gioco per lavorare sulla relazione con la famiglia
  • Il gioco come mezzo per il potenziamento cognitivo
  • Il gioco ed il lavoro sulle emozioni
  • Affrontare i problemi pedagogici più comuni, gestire le eliminazioni inappropriate del cucciolo e dell’adulto, la conduzione al guinzaglio, il richiamo e la gestione in libertà
  • Strutturare il progetto educativo
  • Etica professionale e codice etico
EnglishItalian