CWA 16979

Il CEN CWA 16979 “Dog training professional – competence and skills requirements” è il documento di riferimento per il settore cinofilo su tutto il territorio europeo.

E’ disponibile, infatti, per i membri del CEN members National Standards Bodies (organismi nazionali membri del CEN) che rappresentano gli organismi di normalizzazione nazionale di Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Islanda, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania , Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia e Regno Unito.

Uno studio sulla situazione attuale del settore cinofilo europeo e italiano ha mostrato uno stato di sostanziale confusione in merito alle qualifiche di addestratore, istruttore, educatore e operatore cinofilo.

È importante sottolineare che, a livello nazionale italiano, il numero di potenziali professionisti interessati all’addestramento del cane ammonta a circa 35.000 e, a livello europeo, a più di 500.000.

Tale situazione può essere risolta al meglio attraverso l’identificazione dei requisiti minimi attinenti alle competenze e alle conoscenze generali e specifiche per le qualifiche stesse.

Con lo sviluppo di criteri di riferimento comuni, l’obiettivo è quello di fornire al mercato “Dog Training Professional” (DTP) – ovvero istruttori, addestratori, educatori e operatori – che abbiano uno standard individuato di competenze e conoscenze e che dia la possibilità di accesso a nuovi ruoli professionali e fornire una piattaforma comune in Europa per future implementazioni.

Con la pubblicazione del CWA si vuole garantire un miglioramento dello standard qualitativo delle qualifiche professionali fornendo un valore aggiunto mediante certezza della prestazione, sicurezza e affidabilità nei confronti del mercato. Inoltre, attraverso la logica dell’approccio all’apprendimento permanente e all’aggiornamento continuo per la riqualificazione del DTP, sviluppando una più profonda conoscenza scientifica, fisiologia e etologica, si assicura la tutela dell’animale prevenendo situazioni di stress, sofferenza e mancanza generale del benessere del cane.

Il presente documento è stato ideato per adattarsi a qualsiasi realtà cinofila europea e per conformarsi al Quadro Europeo di Riferimento per le qualifiche (EQF 2008), tenendo conto della Guida CEN 14.

Riferimenti normativi

EN ISO / IEC 17024 Valutazione della conformità – Requisiti generali per gli organismi di certificazione di persone

EN ISO 29990 servizi di apprendimento per l’istruzione e la formazione non formale – Requisiti di base per i fornitori del servizio

CWA 16520 Istruttore per la mobilità del cane guida – Competenze

Termini e definizioni

Dog Training Professional (DTP)

Persona in possesso di conoscenze e capacità necessarie alla formazione di una corretta strutturazione del binomio uomo – cane e alla formazione di altre persone.

Un DTP può essere specializzato in:

Sport: DTP-S specializzato in attività sportive con i cani

Attività di assistenza: DTP-A specializzato in attività di assistenza con il cane e interazione nell’assistenza sanitaria (Pet Therapy, DTP per cani guida per ipovedenti…)

Attività di ricerca e soccorso: DTP-SU specializzato in attività di ricerca e salvataggio sopra e sotto superficie e in acqua (utilità sociale)

Comportamento (tecnico del comportamento): DTP-B specializzato nell’analisi e risoluzione dei problemi comportamentali del cane

***

[Di seguito vengono elencati gli aspetti centrali del CWA 16979 in merito all’etica professionale, alle competenze generali e specifiche e alle conoscenze del DTP]

Comportamento ed etica professionale generale di un DTP

Un DTP agisce in conformità a tutte le normative nazionali, regionali e locali e in base al codice di condotta sul posto di lavoro.

Il DTP accetterà incarichi di addestramento nella sua sfera di competenza per mezzo di una lettera di incarico.

Un DTP deve dimostrare consapevolezza dei principi di autonomia del singolo, il rispetto, il benessere e la giustizia nel trattamento di altri esseri umani e cani nella sua attività lavorativa quotidiana; non accetterà incarichi che siano in conflitto con la sicurezza e il benessere fisico e mentale del cane o che violino le disposizioni vigenti in materia di maltrattamento di animali a livello nazionale o internazionale.

Un DTP deve utilizzare e metodi e tecniche che tutelano la salute e il benessere del cane in ogni momento.

Un DTP deve riconoscere i propri limiti professionali e rivolgersi a uno specialista pertinente a seconda dei casi, ad esempio un veterinario, un professionista medico/sanitario o legale.

Un DTP deve assicurarsi dello stato di salute del cane e che lo stesso venga controllato da un veterinario, attraverso una dichiarazione del proprietario del cane, prima di iniziare qualsiasi attività di addestramento.

Un DTP deve essere a conoscenza e garantire le questioni generali di sicurezza pubblica legati alla sua attività professionale.

Un DTP si assicurerà di mantenere e sviluppare le sue competenze per tutto il corso della sua carriera, compresa la conoscenza delle politiche e pratiche scientifiche nazionali ed europee pertinenti alla sua attività. 

Competenze del DTP

Competenze generali

Un DTP soddisferà le esigenze e le aspettative del suo cliente 

Un DTP deve determinare quali siano le risorse economiche e umane necessarie e intraprendere azioni concrete per raggiungere l’obiettivo.

DTP si adopererà per:

  • Gestire le emergenze e situazioni inattese;

  • Conoscere e adottare vari metodi e strumenti in relazione alla situazione di addestramento/formazione specifica, l’obiettivo perseguito e l’uso efficiente di attrezzature adeguate per l’addestramento e i diversi funzioni/compiti che il cane è chiamato a eseguire;

  • Osservare tutte le misure previste dalla legge per garantire la sicurezza sul posto di lavoro (in campo, in classe e, eventualmente, in altre strutture in genere)

  • Sapere quando rivolgersi a un collega in possesso di abilità più avanzate o diverse.

Capacità comunicative, di gestione e interpersonali del DTP

Un DTP deve dimostrare:

  • consapevolezza del ruolo e delle attività connesse all’addestramento/ formazione

  • capacità di gestire la formazione in aula e sul campo

  • capacità di spiegare ai clienti i diversi metodi di allenamento/addestramento e le diverse conseguenze e gli strumenti correlati a ciascun metodo adottato.

Capacità di addestramento del DTP

Un DTP deve possedere:

  • valutazione, prima, durante e dopo del raggiungimento degli obiettivi

  • creare materiale didattico e di supporto

  • competenza tecnica e specifica nella formazione/addestramento del cane

  • gestione efficace di sessioni in aula e di addestramento sul campo

  • capacità di lavorare in gruppo, in collaborazione con altri DTP per la progettazione di corsi di formazione

Requisiti di conoscenze generali del DTP

Un DTP deve possedere conoscenze di base e comprensione dei seguenti argomenti:

  • metodologia, tecniche e strumenti per l’addestramento del cane

  • metodi di valutazione delle conoscenze e delle abilità dei discenti (in aula e in campo)

  • tecniche di comunicazione (ad esempio, verbali e non verbali)

  • elementi di psicologia comportamentale 

  • capacità di riconoscere una potenziale causa medica (es. il dolore) 

  • standard e regolamentazioni tecniche dei vari settori e discipline tecniche cinofile

  • cenni di medicina sportiva

  • conoscenze generali di EN ISO IEC 17024 EN ISO 29990, CWA 16520: 2012

Requisiti delle conoscenze specifiche del DTP:

Un DTP è in possesso di conoscenze approfondite dei seguenti argomenti:

  • Legislazione locale, nazionale e internazionale, riguardanti la proprietà e la gestione del cane

  • Ruoli e responsabilità dei diversi professionisti cinofili

  • Procedure e/o istruzioni di lavoro, documentazione specifica, così come la conoscenza delle attrezzature personali di protezione specifiche per l’addestramento del cane (nei vari settori sportivi, addestrativi/operativi, sociali, comportamentali)

  • Sicurezza sul lavoro nel campo di addestramento del cane

  • Dinamiche di gruppo e tecniche di gestione di piccoli gruppi con descrizione dei compiti delle diverse figure e responsabilità

  • Macro e micro pianificazione dell’addestramento del cane

Inoltre, per quanto riguarda la formazione specifica, il DTP deve conoscere a fondo i seguenti argomenti:

  • Le origini delle teorie di addomesticamento del cane

  • Fisiologia: il sistema nervoso centrale e periferico, i 5 sensi nel cane, capacità percettivo-sensoriale nei cani

  • Studio morfologico nel cane, il movimento

  • Conoscenza tecnica sull’apprendimento degli animali

  • Etogramma delle specie e profili attitudinali di razze diverse

  • Sviluppo comportamentale del cane e socializzazione

  • Allevamento e selezione, indagini genetiche e le loro restrizioni di applicabilità

  • Aspetti sulla salute degli animali: la prevenzione (vaccinazioni / parassitico), le zoonosi, nozioni di base di primo soccorso (ad esempio emorragie, colpo di calore, sindrome di avvelenamento, traumi, dilatazione gastrica, intossicazione alimentare)

  • Metodi specifico/tecnici di addestramento del cane suddivise per qualifiche tecniche

  • Comportamento sociale del cane con particolare attenzione ai comportamenti sociali e di gruppo

  • Canali di comunicazione: dai segnali di calma, agli esercizi di base

  • Introduzione alla scienza cognitiva degli animali: verso la teoria della mente

  • Lavorare con le emozioni: l’arousal

  • Eustress e distress nel cane

  • Il gioco per lavorare sul rapporto cane e proprietario

  • Il gioco come mezzo per il miglioramento cognitivo o per lavorare sulle emozioni

  • Problemi pedagogici comuni, gestire la rimozione di comportamenti impropri nei cuccioli e negli adulti, camminare al guinzaglio, gestione del richiamo e della libertà

  • Strutturare il progetto di educazione

  • Etica professionale e codice etico

Aggiornamento professionale e miglioramento continuo

Un DTP deve mantenere nel tempo e aggiornare continuamente le sue conoscenze. L’aggiornamento professionale sarà rivolto principalmente alle aree in cui si verifichino significative evoluzioni tecniche e normative e deve essere in tutti i settori pertinenti che riguardano la sua professione. 

La formazione continua migliora il livello di qualificazione e lo sviluppo professionale, aumentando la competitività e garantendo la capacità di adattamento ai cambiamenti, permette di acquisire nuove conoscenze e abilità per adattarsi ai cambiamenti sociali, culturali e tecnici. 

Validazione delle competenze

La validazione delle competenze di un DTP includerà un esame scritto, una prova orale e pratica 

L’Organizzazione per la validazione

L’Organizzazione per la validazione sarà organizzata per garantire i necessari requisiti di indipendenza, imparzialità, trasparenza, competenza e assenza di conflitti di interesse, garantire la coerenza delle valutazioni e definire e rispettare il proprio sistema di qualità.

L’organizzazione che valuta la conformità utilizzerà EN ISO / IEC 17024 come linee guida per le sue attività nel rispetto dei principi e dei criteri di certificazione delle persone.

Il  comitato di valutazione, per ragioni di equità, trasparenza e assenza di conflitti d’interesse di alcun tipo, deve includere autorità ministeriali esperte di legislazione cinofila, questioni legali e medicina veterinaria, accademici di comprovata competenza in tecniche etologiche, nel comportamento del cane e nella medicina veterinaria e esperti di provata e documentata esperienza nel campo della formazione del cane a livello nazionale ed internazionale, con un profilo altamente scientifico e/o esperienza professionale.

Bibliografia

[1] Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 23 aprile 2008 riguardante l’istituzione del Quadro Europeo di Riferimento delle qualifiche per l’apprendimento permanente, Official Journal (Gazzetta Ufficiale) C111 del 2008-05-06.

[2] Guida CEN 14 Orientamento politico comune per la standardizzazione sulla qualifica delle professioni e del personale.

[3] ABTC – “Standard (Norme) per praticanti di Addestramento e Comportamento degli Animali ” del Consiglio per l’Addestramento e il Comportamento Animale.

[4] Trattato di Lisbona che modifica il Trattato sull’Unione europea e il Trattato che istituisce la Comunità europea, firmato a Lisbona il 13 dicembre 2007.

© 2017 Formatore Cinofilo Certificato srls | Partita I.V.A. 13104221000 | sede legale: via Achille Montanucci 20, 00053 Civitavecchia (RM)